Rassegna stampa

Credito d’imposta per adeguamento registratore di cassa ed obbligo trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri
Pubblicato il: 26 Gennaio 2019
La Vallée - Angolo dell'esperto

Viene introdotto l’obbligo per i commercianti al minuto ed i soggetti assimilati di memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati dei corrispettivi giornalieri, con decorrenza dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d’affari annuo superiore a 400.000 euro e per i restanti soggetti a partire dal 1 gennaio 2020. Per effetto dell’introduzione di tale obbligo non ci sarà più la necessità di registrare i corrispettivi ai sensi dell’articolo 24 del DPR n. 633/72. Si precisa, inoltre, che le Farmacie potranno ottemperare all’obbligo mediante gli strumenti ed i canali utilizzati per l’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria (cd. 730 precompilato). Negli anni 2019 e 2020 per l’acquisto o l’adattamento dei registratori di cassa mediante i quali effettuare la memorizzazione e la trasmissione di cui al comma 1, al soggetto è concesso un contributo complessivamente pari al 50 per cento della spesa sostenuta, per un massimo di euro 250 in caso di acquisto e di euro 50 in caso di adattamento. Il contributo si potrà ottenere sotto forma di credito d’imposta di pari importo (da utilizzare in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241). Altrimenti, il suo utilizzo è consentito a decorrere dalla prima liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto successiva al mese in cui è stata registrata la fattura relativa all’acquisto o all’adattamento degli strumenti mediante i quali effettuare la memorizzazione e la trasmissione di cui al comma 1 ed è stato pagato, con modalità tracciabile, il relativo corrispettivo.

Giorgio Baldelli
Link utili: