Rassegna stampa

Una moratoria lascia più tempo per la trasmissione telematica
Pubblicato il: 22 Giugno 2019
La Vallée - Angolo dell'esperto

Le nuove notizie sottolineano l’introduzione, con l’emendamento, di una “moratoria” per il primo semestre di applicazione, quello compreso tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2019: per questo periodo la trasmissione dei dati potrà avvenire – senza applicazione di sanzioni – entro un mese dalla data di effettuazione delle operazioni. Lo stesso emendamento prevede anche il raddoppio delle chance di vincere alla lotteria degli scontrini, che partirà dal 2020, per chi paga con carte e bancomat. La moratoria è stata introdotta dalle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera al lavoro sul Decreto Crescita. Per molti commercianti è corsa all’aggiornamento e, come indubbiamente comprenderete, non tutti riusciranno ad essere in regola per la scadenza del 1° luglio. La mancata applicazione delle sanzioni sarà valida fino al 31 dicembre 2019 e scatta se entro il mese successivo a quello in cui è stata effettuata l’operazione restano fermi i termini di liquidazione dell’Iva. Coloro che, nel 2019 o nel 2020, acquisteranno un registratore che consenta di adempiere alla direttiva potranno beneficiare di un bonus fiscale sotto forma di credito d’imposta pari al 50% della spesa fino a 250 euro. Con la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi, l’Agenzia delle Entrate potrà verificare in tempo reale l’ammontare delle vendite e confrontarle con l’IVA pagata e le altre spese dell’esercizio commerciale. Si ricorda che la memorizzazione e l’invio telematico dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate farà venire meno l’obbligo di istituzione e tenuta del registro dei corrispettivi previsto dall’art. 24 del D.P.R. n. 633/1972. Il nuovo adempimento sostituirà anche le modalità di assolvimento di certificazione fiscale dei corrispettivi medesimi in precedenza legato all’obbligo di rilascio della ricevuta o dello scontrino fiscale; resta fermo l’obbligo di emissione della fattura qualora il soggetto acquirente ne faccia esplicita richiesta non oltre il momento di effettuazione dell’operazione.

Alessandra Baldelli
Link utili: